Heinz Beck e Fabio Stivali  " La Pergola - Hilton " Roma Aprile 2005

Heinz firma le ricette al Trombolotto per il  "Pacco  Sopravvivenza del V.I.P. 

della famosa taverna caprese  "Anema  e Core" di Guido Lembo

"Heinz Beck"


Heinz Beck Arriva nella capitale ad ottobre del 94 al ristorante "La Pergola" dell'Hotel Cavalieri Hilton. Inizia così il lungo periodo romano di uno dei più grandi chef del mondo, che dopo aver ricevuto stelle e riconoscimenti nei migliori ristoranti Europei, decide di portare la sua professionalità in Italia, per iniziare una stagione ricca di grandi soddisfazione. Quello che ha spinto Heinz Beck a venire a Roma, è essenzialmente riassunto in una sola parola, la curiosità. Sì, la sua grande curiosità unita ad uno  spirito di ricerca e creatività legato al nostro territorio ,con uno stile di cucina che lambisce la tradizione culinaria italiana, unito ad una interpretazione magistrale.


Nella sua cucina nulla è lasciato al caso, non esiste improvvisazione, i suoi piatti sono frutto di una ricerca attenta e minuziosa.  Per me e per tutta la gastronomia pontina è un grande onore che  lui aggiunga un altro piatto dal sapore Sermonetano  alla  sua grandissima esperienza . Il suo amore per la cucina italiana è nato assieme alla possibilità di poter avere a disposizione prodotti freschi e importanti come la grande quantità di verdure, il pesce fresco e l'olio extravergine d'oliva.


Ha una forte predilezione per le nostre erbe aromatiche, che usa con armonia e buon gusto, prediligendo basilico, cerfoglio, timo, dragoncello e rosmarino. La freschezza di questi ingredienti, la loro semplicità di impiego, la leggerezza e la preparazione eseguita con cotture brevi e delicate, hanno fatto di questo grande chef il numero uno a Roma e uno dei primi in Europa e al mondo. Il suo piatto preferito: Fiori di zucca in pastella con uova di quaglia e caviale. In questa ricetta solare c'è l'anima di questo grande chef che, unendo prodotti freschi e diversi fra loro, conditi con la sua indiscutibile bravura ci propone una perla culinaria che sublima tutti gli ingredienti non facendone prevalere alcuno.


Heinz Beck è sempre pronto a valorizzare i suoi collaboratori ,dai quali vuole sempre il massimo.Lo staff della Pergola rimane un esempio di professionalità ed eleganza per tutti. Sempre riconoscente verso chi gli ha dato la possibilità di crescere professionalmente, tra tutti Heinz Winkler suo maestro, dal quale ha appreso le tecniche migliori fino a ottenere le sue prime stelle. Una sua dote importante è quella di non tenere tutto per sé ma di collaborare con gli altri e  dare un contributo al miglioramento del gusto dell'alta ristorazione , segno di sicurezza e di grande classe sia come chef  che come uomo.


Heinz è stato onorato dall'università "La Sapienza" di Roma con la medaglia d'oro del "Foyer des Artistes" per la prima volta in 30 anni assegnata ad un Chef e continua a pubblicare con successo libri di gastronomia che lo hanno insignito nel 2003 del premio "Best Chef Book in the World "

Pagina seguente

Pagina precedente